Perchè acquistare un monitor professionale per il Digital Signage?

Perchè acquistare un monitor professionale per il Digital Signage?
Quando si installa un sistema Digital Signage è sempre meglio preferire un monitor professionale a un classico televisore. Ne abbiamo già parlato nell’articolo “Digital Signage: sfatiamo i falsi miti per fare spazio all’innovazione”. In questa guida, ti spieghiamo nel dettaglio i motivi di questa scelta.

Consumer-grade vs commercial-grade

Prima di addentrarci nella guida, vogliamo fare chiarezza su due termini che ti capiterà di leggere spesso in questa guida. Monitor commercial-grade e consumer-grade. I commercial-grade sono i monitor progettati in modo specifico per il Digital Signage o per altri usi professionali che ne richiedono un utilizzo intensivo. I consumer-grade sono invece quei display che tutti conosciamo come televisori. Che differenza c’è? Tante. Tutte di notevole importanza. Ora andremo ad analizzarle una per una.

8 vs 16,18,24

La prima differenza fondamentale sta nell’operatività, ossia la capacità di un monitor di funzionare in maniera continua. I monitor professionali sono progettati per assicurarti prestazioni eccellenti anche con un funzionamento continuo ed intensivo. Ci sono modelli che possono funzionare in maniera impeccabile 16 ore su 16, altri 18 su 18 e altri ancora che resistono 24 ore su 24. Nessun rischio di spegnimento né di burn-in. Quel fastidioso effetto per cui un’immagine trasmessa su uno schermo per lungo tempo rimane sovraimpressa interferendo con la trasmissione dei nuovi contenuti (come nell’immagine qui a fianco). È molto frequente nei normali televisori poichè questi sono progettati per funzionare al massimo 8 ore consecutive.

Inoltre, l’utilizzo di un monitor per un numero di ore superiore rispetto a quello per cui è stato progettato invalida la garanzia.
Come è possibile che la casa produttrice sappia per quante ore ho utilizzato il mio schermo? Ogni display è dotato di un timer-vita che registra il suo tempo di funzionamento (ore di vita). Se quelle rilevate sono superiori a quelle indicate nella scheda tecnica, non potrete più godere dei vantaggi di assistenza derivanti dalla garanzia anche se questa è ancora valida.

null

Standard VESA

Lo standard VESA indica la distanza tra i fori sul retro del monitor. Fori su cui verranno montate le staffe al momento dell’installazione.
Qui trovi una spiegazione più approfondita.

Nei monitor commercial-grade questa misura risponde a degli standard che sono uguali in tutto il mondo. In questo modo hai la possibilità scegliere tra un’ampia gamma di supporti e sei sicuro di trovare sempre la misura giusta per il tuo schermo.
Nel caso dei display consumer-grade, invece, lo standard VESA non sempre viene rispettato. Ci possono essere misure molto diverse tra di loro e questo rende molto difficile trovare la staffa giusta.

A ogni monitor i suoi nit

Un’altra differenza fondamentale sta nella luminosità. Quella dei monitor Digital Signage può andare dai 350 ai 4000 nit (a seconda del prodotto che sceglierai). In questo modo, hai la certezza di avere contenuti perfettamente visibili in qualsiasi condizione luminosa e in qualsiasi ambiente. Interno o esterno che sia. Se invece opti per un televisore standard potrai contare su una luminosità di massimo 300 nit, appena sufficiente per garantirti una visibilità ottimale in ambienti interni. Sempre che non ci siano fonti di luce diretta. In quel caso dovrai fare i conti anche con dei fastidiosi riflessi che renderanno difficile visualizzare i contenuti trasmessi. Nei monitor professionali questo problema non esiste. La maggior parte di loro, infatti, sono dotati di pannelli antiriflesso.

Se vuoi sapere qual è la luminosità perfetta per i tuoi monitor clicca qui.

null

Consumi energetici

I monitor commercial-grade sono dotati di diversi sistemi che ti permettono di gestire luminosità, accensione e spegnimento dello schermo. In questo modo sei certo di avere sempre sotto controllo i consumi elettrici del tuo sistema di Digital Signage. In particolare, molti monitor professionali hanno integrato al loro interno un sensore che calcola la quantità di luce circostante e calibra automaticamente la luminosità in base ad essa.
I display consumer-grade, invece, non presentano questo tipo di tecnologie perchè sono creati per essere utilizzati solo qualche ora al giorno.

Il design è importante

Solitamente, i monitor commercial- grade hanno un design compatto e ultra-slim. Questo permette di risparmiare spazio prezioso all’interno del negozio e rimuovere distrazioni che impedirebbero ai clienti di concentrarsi sull’unica cosa che conta: i tuoi contenuti. Oltra ad un design anonimo, spesso i monitor professionali hanno anche il logo della casa produttrice che è removibile. Quello che vedi nella foto qui sotto, per esempio, è un monitor per Digital Signage visto di profilo.
null

Resistenza

I monitor commercial-grade sono studiati per resistere e durare nel tempo. La maggior parte di loro ha un sistema di gestione della temperatura che ne impedisce il surriscaldamento. Alcuni resistono a polvere e schizzi d’acqua. Altri ancora possono rimanere esposti a lungo sotto la luce diretta del sole.
Nei monitor da esterno questa differenza nella struttura è ancora più evidente. Dovendo resistere a condizioni ambientali estreme, questa tipologia di schermi viene inserita in una struttura d’acciaio IP65 con vetro anti-vandalico, ventole e condizionatore.
null

Garanzia 1 vs 3

I monitor commercial-grade possono contare su una garanzia di 3 anni estendibile fino a 5 o 6 anni a seconda della casa produttrice. Quelli consumer-grade sono garantiti al massimo 1 anno e se utilizzati erroneamente all’interno di una rete di monitor possono richiedere la sostituzione più volte nel corso del tempo aumentando esponenzialmente i costi di mantenimento di un sistema Digital Signage.
Swop o OnSite
Oltre ad avere una periodo più lungo di garanzia, i monitor professionali possono contare su differenti tipi di garanzia. L’applicazione dell’una o dell’altra dipende dal brand che ha prodotto il vostro schermo. Vediamole nel dettaglio:

  • Garanzia SWOP: in caso di rottura o malfunzionamento del monitor te ne viene inviato uno nuovo e dopo pochi giorni un corriere verrà a ritirare quello rotto.
  • Garanzia OnSite: in caso di guasto o malfunzionamento la casa produttrice invia dei tecnici in loco per riparare il monitor. Se il tecnico non dovesse riuscire a risolvere il problema, provvederà a ritirarlo e portarlo in assistenza per la riparazione o la sostituzione.

Se ti interessa saperne di più sulle garanzie per monitor professionali clicca qui.

Funzionalità interne

Un televisore si distingue da un monitor commercial-grade anche per le sue funzionalità interne. Vediamo nel dettaglio quali sono.

  • I monitor consumer-grade hanno un sintonizzatore che ci permette di vedere i programmi televisivi trasmessi dal servizio pubblico. Se poi si tratta di una smart tv, troveremo installate diverse app per la visione di film e video. In più, sono presenti delle funzioni per la correzione dei colori.
  • I monitor commercial-grade sono dotati di un semplice software digital signage interno per creare semplici combinazioni di immagini e video schedulandone la pubblicazione. In più, permettono il controllo remoto di diverse funzionalità ed è possibile programmarne l’accensione e lo spegnimento.

Videowall

I monitor professionali possono essere collegati tra di loro per creare dei veri e propri videowall. La tiling option, infatti, permette di unire tra di loro gli schermi tramite HDMI per far sì che i contenuti vengano trasmessi su un maxischermo composto da più display. Inoltre esistono in commercio monitor specifici per questo utilizzo che si distinguono per la loro cornice ultra-sottile.Così, anche se l’immagine è suddivisa su più schermi, l’utente avrà la percezione di guardare un unico grande schermo.
videowall

Canone RAI sì o no?

La normativa in merito al pagamento del canone RAI prevede che i televisori dotati di sintonizzatore debbano pagarlo mentre i monitor commercial-grade (privi di sintonizzatore) non sono soggetti al pagamento di questa tassa.

Clicca qui per un approfondimento sull’argomento.

E non è ancora finita

I monitor commercial-grade sono dotati di un software digital signage integrato che ti permette di creare semplici combinazioni di video e immagini, schedulandone la pubblicazione. In più:

  • Hanno una slot per l’inserimento di un pc interno.
  • Hanno la possibilità di disabilitare il sensore a infrarossi per evitare che lo schermo venga controllato da estranei.
  • Sono disponibili anche touchscreen per poter creare delle esperienze Digital Signage interattive.
Insomma, l’acquisto di monitor commercial-grade comporta un investimento iniziale sicuramente più elevato. Nel corso del tempo, però, la necessità di interventi e manutenzione si riduce al minimo indispensabile. Le televisioni, invece, pur costando meno richiedono interventi più frequenti che di solito terminano con la sostituzione del dispositivo. Questo a lungo andare ti farà spendere sicuramente di più rispetto a quanto non ti sarebbe costato acquistare un monitor professionale al momento dell’installazione del sistema.
Adesso sai perché è bene preferire un monitor professionale al normale televisore casalingo. Sei pronto a scegliere il tuo sullo Store.
Hai trovato le informazioni che cercavi?

Continua la navigazione sullo store VisionBox

1