Digital Signage nei trasporti pubblici: informare e intrattenere

Comunicare orari e fermate è solo una delle applicazioni che può trovare il Digital Signage nel settore dei trasporti pubblici. Limitarsi a quello, però, sarebbe riduttivo. Per questo ti spieghiamo come puoi sfruttare a pieno le potenzialità di monitor e totem in bus, metro, stazioni e pensiline.

Siamo sempre più vicini a una rivoluzione dei trasporti a 360°. Pubblici e privati. Veicoli a guida autonoma, automobili elettriche, bus e tram senza autisti sono solo alcune delle novità che il futuro ci regalerà. Un futuro che non è nemmeno così lontano come sembra.

Assaggi di questa trasformazione, infatti, sono già sotto i nostri occhi e nella maggior parte dei casi prevedono un’integrazione dei media digitali e delle tecnologie dell’informazione così da rendere i trasporti pubblici più smart, efficienti e versatili.

Come si inserisce il Digital Signage all’interno di questi cambiamenti? In tantissimi modi.

Non stiamo parlano solo di aiutare le persone a orientarsi nella stazione o nella scelta dell’autobus giusto e nemmeno di permettere agli utenti di avere sotto gli occhi gli orari e i percorsi sempre aggiornati. Il Digital Signage per i trasporti pubblici può fare molto di più.

Infatti, i ledwall e i monitor installati in prossimità delle fermate o quelli presenti sugli stessi mezzi di trasporto sono perfetti per veicolare contenuti informativi e di entertainment. In questo articolo vederemo quali sono e come trasmetterli strategicamente.
 

3 modi per usare il Digital Signage in bus, metro, stazioni e pensiline

I tempi in cui sullo schermo ci si limitava a leggere il nome della destinazione stanno finendo. Per non parlare di quelli in cui la fermata veniva annunciata da una fredda e gracchiante voce meccanica.

Al loro posto alternative più interattive, coinvolgenti e user-friendly attraverso cui il Digital Signage può essere sfruttato al massimo delle sue potenzialità. Quali? Qui sotto trovi 3 scenari di esempio che approfondiremo più avanti nell’articolo. 

  1. Wayfinding intelligente
  2. Aggiornamenti in tempo reale
  3. Intrattenimento e branding

Way finding intelligente

Viaggiatori abituali e non che visitano una città o un nuovo quartiere per la prima volta hanno bisogno di istruzioni chiare sulla direzione da prendere. Spesso sono confusi, stressati e di fretta perciò trovare un totem che offre indicazioni chiare e intuitive per raggiungere la destinazione prefissata è un po’ come trovare un salvagente in mezzo al mare.

Non stiamo parlando di un totem su cui vengono visualizzati contenuti statici e impersonali ma di uno dove siano implementati sistemi di wayfinding che consentano all’utente di selezionare il suo punto di arrivo e di partenza. In questo modo potrà visualizzare solo i bus, le metro e le strade che lo interessano.

Alcuni accorgimenti per rendere l’esperienza ancora più smart sono:

  • Adattare la visualizzazione della mappa all’orientamento della persona che lo sta guardando
  • Proporgli più percorsi alternativi nella stessa fascia oraria

Un esempio? Nella stazione suburbana di Philadelphia è possibile trovare dei kiosk interattivi che forniscono indicazioni stradali personalizzate, informazioni di servizio, Wifi gratuito e danno anche la possibilità di caricare i dispositivi attraverso porte USB nell’attesa del proprio treno.

Aggiornamenti in tempo reale

Almeno una volta è capitato a tutti di essere in attesa di un autobus che è arrivato in ritardo o che non si è mai presentato. Ripensando a quella situazione ci rendiamo conto che la cosa davvero fastidiosa non è essere stati lasciati a piedi ma non aver ricevuto nessun tipo di avviso così da poterci organizzare diversamente.

Grazie a monitor e totem Digital Signage è possibile evitare queste spiacevoli situazioni. Infatti, basta un player e una buona rete Wi-fi per poter comunicare ai viaggiatori orari di linea e informazioni di servizio sempre aggiornati in tempo reale.

Ma quali informazioni di servizio? Ecco qualche esempio:

  • Orari di arrivo in real time
  • Comunicazioni di emergenza
  • Ritardi o cancellazioni
  • Consigli e suggerimenti sui comportamenti da tenere in viaggio

In più, il Digital Signage può essere utilizzato per mostrare alle persone in attesa la capienza dei veicoli in arrivo così da riempire gli autobus in maniera più intelligente. I passeggeri eviteranno di salire tutti sullo stesso tram se a monitor vedono che ce n’è in arrivo uno completamente vuoto.

Questo garantirà a tutti un viaggio più confortevole ed eviterà ritardi o code dovute a tempi di fermata più lunghi del previsto a causa di chi cerca di salire a ogni costo per paura di perdere la corsa.

Ma come si può fare? Installando dei sensori che rilevano la densità di persone all’interno dei veicoli. Queste informazioni verranno poi trasmesse sia a chi è in attesa sia a chi sta cercando posto a bordo aiutandolo a individuare le zone più libere sul mezzo.

Ad esempio in Olanda, sono stati installati dei monitor che mostrano la capienza di un treno e i posti disponibili a bordo. In più, ogni volta che questo si ferma, i display mostrano da quali porte è meglio salire per essere sicuri di trovare posto.

Intrattenimento e branding

I monitor nelle sale d’attesa e nelle pensiline hanno preso il posto di poster e cartelloni pubblicitari statici. Infatti, grazie ai rich media content sono in grado di veicolare messaggi e comunicazioni in maniera dinamica attirando maggiormente l’attenzione di un utente che ormai è abituato ad avere sempre sotto gli occhi app e social media.

Quali contenuti possono essere mostrati a monitor? News, meteo e notizie sportive sono tra le tipologie di contenuti più diffusi ma ce ne sono molti altri come giochi, quiz o informazioni su eventi, cinema e teatri. Insomma, è adatto qualsiasi tipo di contenuto che possa catturare l’attenzione dell’utente e rendere il viaggio più leggero.

Fino a questo punto abbiamo sempre parlato di soluzioni che migliorassero l’esperienza di viaggio del passeggero ma il Digital Signage non porta solo benefici alle persone ma anche alle aziende.

Infatti i luoghi di transito come stazioni di metro, bus e treni sono i posti migliori dove lanciare una campagna di branding e promuovere un marchio. L’occhio del viaggiatore se non cade distratto sullo smartphone, viene sicuramente attratto da video e immagini. Colori, suoni e movimenti calamitano facilmente l’attenzione delle persone su videowall, ledwall e monitor. E se il treno non è in arrivo a breve, le possibilità che l’utente si fermi a leggere quello che c’è scritto sullo schermo sono molto alte.

Inoltre, integrando il Digital Signage con feed di dati esterni e strumenti di tracking è possibile dare vita a veri e propri annunci personalizzati, mostrando all’utente solo ciò che lo interessa davvero.

Migliorare l’esperienza di viaggio con il Digital Signage

In sintesi, possiamo dire che il Digital Signage, se utilizzato in maniera strategica, può migliorare sia l’esperienza di viaggio del passeggero sia portare notevoli vantaggi a chi lo utilizza come canale ADV.

Il viaggiatore può accedere in maniera facile e veloce alle informazioni che sta cercando. Soprattutto se si tratta di display touch con un’experience appositamente studiata.

L’azienda che invece utilizza questa tecnologia per promuoversi potrà trovare nel Digital Signage un valido alleato con cui dare a vita a una comunicazione emozionale e strutturata di grande impatto visivo. 

Se poi i suoi contenuti vengono visualizzati su uno schermo touchscreen, può puntare anche su messaggi e promozioni personalizzati per la persona che si trova di fronte allo schermo.

Lavori in un’azienda di trasporti o sei un advertiser in cerca di nuovi canali su cui promuovere il tuo brand? Allora qui avrai sicuramente trovato spunti e consigli interessanti. Ora non ti resta che metterli in pratica.